22207_1649802855251785_4106349149511096271_n

Ogni giorno operatori di nazionalità, colore della pelle e religioni diverse lavorano tutti insieme, seguendo e rispettando la visione strategica dell’Azienda.
Entro i prossimi trenta giorni tutti i cantieri saranno a regime e le unità impiegate sulle strade ed autostrade d’Italia sfioreranno le 150.

Fervono gli ultimi preparativi nelle officine e nei depositi dove si avvia a completamento la manutenzione di mezzi ed attrezzature e l’allestimento di nuove macchine operatrici che l’azienda, con un notevole sforzo di programmazione finanziaria, ha voluto mettere a disposizione dei propri operai, rendendo più efficiente e confortevole il lavoro quotidiano. Il vero cuore pulsante dell’azienda sono infatti gli uomini che si sparpaglieranno per tutto il Centro ed il Nord Italia al fine di dare piena operatività a ciascuno dei nostri cantieri.
Ed è proprio a loro ed alla scelta multietnica fatta dall’azienda, che dedichiamo oggi il nostro post. Entrare in un cantiere qualsiasi di Ecogest è come fare un tuffo in un meltingpot di razze, lingue, etnie    , che, secondo un’irripetibile alchimia, si fondono fino a formare un unico grande polmone operativo che rende più pulite e sicure centinaia di chilometri di strade ed autostrade italiane. Una scelta, quella di Ecogest, che rispecchia appieno la realtà produttiva italiana, divenuta un mix di culture ed etnie, laddove al becero razzismo di alcuni si contrappone la capacità di integrazione che solo il duro lavoro quotidiano e la visione globale di un’azienda sa creare.
Una miscela virtuosa che si alimenta ogni giorno nel rispetto dei contratti, estesi in maniera uniforme a tutti i lavoratori, a prescindere dal paese di provenienza, ed allineati, tutti, nessuno escluso, alla vigente legislazione italiana, senza scorciatoie o sotterfugi.
Un segno di rispetto per la fatica di tanti uomini che hanno lasciato la loro terra per impegnarsi in un lavoro che, purtroppo, molte volte, anche a dispetto della disoccupazione galoppante, gli italiani sembrano snobbare.
Per noi di Ecogest, dal momento in cui ciascun lavoratore firma il proprio contratto e veste la nostra divisa, diventa, a prescindere dal colore della sua pelle o della sua religione, una piccola parte di questa grande tradizione. Una parte essenziale di un sistema produttivo che, ogni anno, dà lavoro e sostentamento ad oltre 200 famiglie.

Questo, prima ancora dei risultati commerciali o produttivi, resta il nostro grande orgoglio!

10152655_1649802798585124_1088695810852804815_n

10440853_1649802821918455_2363605654197025836_n

1493195_1649802818585122_6704426154726004318_n

 

11091283_1649802831918454_464997687644679316_n