cestino

Oggi vi parliamo di quello che noi di Ecogest non faremo mai, e dei disastri che la scelta di aggiudicare le gare con il solo criterio del massimo ribasso, senza tenere in alcun conto la qualità del servizio e l’organizzazione aziendale, compiuta dall’ente nazionale che gestisce le strade, e purtroppo anche da molte amministrazioni pubbliche, produce.

Le foto che vedete sono state scattate oggi dai nostri operatori, in fase di sopralluogo, e riguardano la SS E45 nei pressi dell’asse di collegamento viario con lo svincolo autostradale dell’A14 in località Cesena Nord. Cumuli di immondizia sparsa, manutenzione mal eseguita e comunque carente, addirittura problemi di visibilità nella carreggiata, con tanto di rifiuti abbandonati e sparsi per la strada con grave nocumento per la sicurezza degli automobilisti in transito. Per noi si tratta del migliore spot possibile; una sorta di pubblicità comparativa all’incontrario rispetto al modo nel quale teniamo le strade ed autostrade che vengono affidate alla nostra cura. Non solo per il rispetto dei contratti, ma anche per una rigida policy aziendale che vede nella salvaguardia dell’ambiente e nella garanzia di assoluta sicurezza per gli automobilisti, la nostra stella polare.

Ed invece, pur di risparmiare all’apparenza qualche euro (ma solo all’apparenza, perché poi si è costretti ad intervenire con perizie suppletive o, addirittura, con affidamenti ad integrazione), chi gestisce le strade in Italia preferisce aggiudicare ancora oggi gare con ribassi tali che rendono impossibile la corretta esecuzione dei lavori; senza alcuna verifica sui requisiti, senza alcuna verifica seria e reale sul possesso di mezzi ed uomini in grado di intervenire, senza alcuna tutela sulla solidità finanziaria delle imprese che si aggiudicano lavori, i cui importi a base d’asta già sono al limite delle possibilità di buona esecuzione, con ribassi del 60, ed addirittura in alcuni casi, del 70%. Con Ecogest non vedrete mai nulla di tutto questo: né gare aggiudicate con ribassi improponibili, né lavori lasciati a metà, né lavori mal eseguiti o, peggio ancora, trascurati. Meglio un lavoro in meno, a queste condizioni, che non rispettare i requisiti di qualità che abbiamo a lungo inseguito e che oggi sono certificati ufficialmente e diventati patrimonio immateriale indisponibile della nostra azienda.

Da mesi abbiamo deciso di intestarci questa battaglia di trasparenza, concorrenza e modernità: superare la logica del massimo ribasso, che permane solo in Italia, e lottare affinchè i requisiti di preselezione scremino le imprese serie e solide da quelle che fanno dell’avventura il loro mestiere. Chiarezza delle regole, trasparenza, efficienza desideriamo che diventino, anche in Italia, anche per l’ente che gestisce le strade e per le altre pubbliche amministrazioni, l’unico mezzo per restituire dignità e qualità non solo al nostro sistema imprenditoriale ma anche ad uno dei sistemi stradali e viari più fatiscenti d’Europa.

Intanto, mentre assistiamo a questo scempio quotidiano, lavoriamo per rendere più pulite le strade e le autostrade sulle quali viaggiate. Grazie all’ingegno dei nostri tecnici abbiamo adattato il cassone dei nostri camion atti alla raccolta dei rifiuti dispersi lungo le strade, creando delle sovra-sponde in rete che permettono di contenere con maggiore sicurezza i numerosi sacchi di rifiuti raccolti quotidianamente lungo le autostrade e le strade dai nostri operatori. Grazie a questo adeguamento, il cassone che contiene i rifiuti diventa ribaltabile su tre lati consentendo così un più rapido conferimento in discarica. Continuiamo a migliorare il vostro viaggio e collaboriamo con Voi a rispettare l’ambiente.
16 marzo 2015

ufficio gestione contenuti web
social media MediaLive

www.ecogest-srl.com

Facebookwww.facebook.com/ECOGESTservizi
Twitterwww.twitter.com/ECOGESTservizi
Instagramhttp://instagram.com/ecogestservizi
Linkedinwww.linkedin.com/company/ecogest