Ecco il terzo Ponte sul Bosforo, uno dei cantieri più importanti al mondo.
Il ponte che unisce due continenti, Europa ed Asia, due culture e due mondi. Migliaia di persone lavorano ogni giorno sospese ad altezze incredibili, mentre la cima della torre è invisibile e sembra non finire mai.
Oggi noi siamo qui, mentre il nostro Ceo è impegnato nelle battute finali della trattativa che potrebbe vederci tra le aziende al servizio dell’opera.
Essere stati però selezionati tra le tre aziende che formuleranno l’offerta finale è già un risultato straordinario, frutto di tanto lavoro, tanti sacrifici, ma anche di anni di seria e qualificata attività da parte di tutto il management di Ecogest e del suo fondatore in particolare. Per noi è un altro importante tassello di un percorso che proprio quest’anno celebrerà i suoi “primi” 20 anni di incessante attività. Siamo cresciuti guardando a tutte le opportunità, anche quelle all’estero, orgogliosi di essere italiani e del nostro lavoro.