dubai
La missione ha avuto come oggetto l’acquisizione di tutte le informazioni giuridiche, fiscali, commerciali e tecniche sulle “business opportunities” offerte da questa area geografica.
Il board ha incontrato i vertici operativi della Road Transport Autority (RTA) di Dubai, con i quali si è discusso dei nuovi modelli organizzativi di manutenzione delle reti autostradali con l’utilizzo di tecnologie, anche informatiche innovative, già sperimentate da Ecogest in italia, ed applicabili all’operatività delle macchine operatrici (Ecogest sta realizzando una applicazione utilizzabile esclusivamente dalle stazioni appaltanti per il monitoraggio delle manutenzioni) che possano soddisfare le attese dei potenziali committenti, anche in Paesi ad elevato contenuto tecnologico nell’erogazione dei servizi come gli Emirati.

 
Gli incontri, che hanno goduto dell’impeccabile assistenza della struttura diplomatica italiana a Dubai, sono proseguiti con i rappresentanti dei maggiori players italiani delle costruzioni presenti negli Emirati Arabi e nell’area mediorientale della penisola arabica, con alcuni dei quali l’azienda opera già in altri paesi dell’area orientale europea; l’altro step di incontri ha riguardato  ed alcuni professionisti del settore “legal & finance”.
 
Il CEO di Ecogest, Valerio Molinari, accompagnato dal Direttore dell’Ufficio Estero, Pietro Torchi Lucifora, ha indicato un percorso di approach al mercato degli Emirati Arabi e della penisola che avrà una durata non inferiore ai 36 mesi, anche in vista delle opportunità legate all’edizione 2020 dell”Expo che si terrà a Dubai, con un investimento finanziario adeguato, senza la necessità di apporto da parte sistema bancario,con risorse che saranno prioritariamente destinate  alla ricerca di partnership per poter accedere ai tender governativi e per garantire idonea operatività alle risorse che saranno distaccate in questa area ed affiancate da professionisti locali, integrati nell’organico aziendale, affinché la presenza tecnica ed operativa possa essere di valido supporto anche per la gestione di partnership in regime di subcontractor.
 
Tracciando le linee guida di questa nuova opportunità, il CEO ha confermato che l’azienda prosegue nella sua crescita strutturale sui mercati stranieri, ed intende operare sopratutto attraverso partnership locali che possano dare anche luogo a mirate acquisizioni.
 
Le prossime missioni, che vedranno coinvolta anche l’area Finance & Legal di Ecogest, sono programmate per la prossima primavera con l’obiettivo di rendere operativa la struttura locale entro il primo semestre 2017.
whatsapp-image-2016-12-16-at-09-10-53
whatsapp-image-2016-12-16-at-09-10-52