Scroll to top
info@ - +39 0545 287755
Share
en it

Ecogest spa: verifica primo trimestre 2017 del piano industriale 2016-2020. Ricavi in crescita


15 Maggio 2017

impresa-grafico
ECOGEST SpA Verifica trimestrale del piano industriale 2016-2020 (primo trimestre 2017) .
Ricavi 32,13EBTDA + 22,77 %
Differenziazione dei ricavi (*)Italia + 35.68 %, estero + 79,21 %.
(*) Il dato dei ricavi sui mercati esteri comprende i dati aggregati delle controllate Turchia e Romania.

Il CEO Michela Nanni,  nel corso del CdA tenutosi oggi in sede, ha illustrato gli importanti traguardi raggiunti sotto la guida di Valerio Molinari, sopratutto rapportandoli agli importanti sforzi finanziari che l’Azienda sta compiendo per mantenere allineati i dati di esercizio al Business Plan 2016-2020, già presentato al sistema bancario ed ai potenziali investitori.
I dati trimestrali appena diffusi all’intero sistema, dimostrano nuovamente la ferma intenzione degli azionisti di patrimonializzare l’azienda attraverso una puntuale gestione economico-finanziaria, per consentirle di affrontare il piano di internazionalizzazione che vede Valerio Molinari e Pietro Torchi Lucifora (neo consigliere delegato per il comparto estero) costantemente impegnati nei tre continenti ritenuti strategici per la crescita all’estero della azienda.
Gli azionisti hanno altresì confermato che il processo di alienazione degli assett non strategici sarà completato entro il 2017, e che le operazioni di alienazione sono state finanziariamente gestite attraverso diretta equity, ed in totale assenza del supporto bancario.
A chiusura di CdA, l’azionista di riferimento, Valerio Molinari, ha commentato così il primo trimestre:”La nostra visione di dove e cosa vogliamo essere è il miglior assett che abbiamo; mi permetto di utilizzare questa importante affermazione di Paul Arden, perché trova riscontro in Ecogest che, oltre ad avere l’ambizione di diventare player internazionale nelle manutenzioni del verde lungo le infrastrutture, ha un plusvalore strutturale che io tengo bene a mente: i nostri uomini. Questa azienda si trova in posizione di leadership grazie a loro, costantemente su strada a lavorare così come nelle nostre sedi. Quotidianamente, decine di persone analizzano ogni documento, analisi di costo, dato di previsione, componente pedoclimatica e temporale della stagione e qualsiasi altro elemento utile a mantenere qualità, velocità e flessibilità con un forte comune denominatore che oramai tutti hanno metabolizzato: la spiccata attitudine al problem solving, vero valore aggiunto dell’Azienda. A ciascuno di loro va il mio ringraziamento perché ciò che viene fatto quotidianamente in questa azienda è molto distante dalle logiche di impresa attuali”.
Il CdA si è chiuso con la deliberazione ordinaria dell’OdG.